PALERMO


IMG_20160315_201245

indexPalermo, Monreale e Cefalù diventano ufficialmente Patrimonio dell’Umanità. L’itinerario arabo-normanno è stato infatti premiato dall’Unesco nel corso di una cerimonia a Bonn e va ad aggiungersi ad altri sei siti siciliani: Agrigento, Siracusa, Noto, Piazza Armerina, Eolie ed Etna.

Un percorso, quello dell’itinerario, che parte da lontano, ovvero nel 1996: è in quell’anno che l‘Italia propone due siti, ovvero Palermo-Monreale e Cefalù, poi unificati nel 2010. Sono nove i monumenti entrati a far parte del sito: sette a Palermo, ovvero Palazzo dei Normanni, San Giovanni degli Eremiti, Martorana, San Cataldo, Zisa, Cattedrale e Ponte dell’Ammiraglio, a cui si aggiungono le Cattedrali di Monreale e Cefalù. Il riconoscimento come Patrimonio dell’Umanità dovrebbe portare a un considerevole incremento dei flussi turistici.

Da LIVE SICILIA

biagioLa Missione Speranza e Carità di Biagio Conte a Palermo ha bisogno di aiuto. Ognuno di noi può contribuire. Donando, ad esempio, giubbotti e coperte, di cui sicuramente abbiamo gli armadi pieni e che per molti sfortunati sono una questione di vita o di morte.

C’è un modo per dimostrare che non siamo indifferenti al dolore e alla povertà di esseri umani come noi. Ed è un modo semplicissimo. Prima di andare a fare lo shopping natalizio, prima di andare a cena fuori o a bere l’aperitivo con gli amici, prima di tutto, bisogna dare una mano:  donare tutto quello che possiamo e che nella maggiorparte dei casi, per noi è superfluo:

“È un’emergenza assoluta  –  dice Biagio Conte  –  e con l’inverno rigido la situazione è ogni giorno più dura, serve aiuto. Dietro la porta ne troviamo tantissimi e dobbiamo subito preparare un giaciglio per loro”. E servono soprattutto coperte pesanti, giubbotti, cappelli, sciarpe e guanti, cerate. 

 SONO SEMPRE DI GRANDE UTILITÀ I SEGUENTI BENI:

 GENERI ALIMENTARI: Pasta, riso, latte, legumi secchi, formaggi, biscotti, merendine, succhi di frutta, bottiglie di acqua, formaggini, carne in scatola, dadi per minestra, prodotti in scatola a lunga conservazione. (es. tonno, pelati, legumi)

PRODOTTI PER NEONATI E BAMBINI;corredini fino ad un anno, omogeneizzati, biberon, ciuccetti, pannolini, prodotti per l’igiene dei bambini, ceste, passeggini e culle in buone condizioni.

PRODOTTI PER L’IGIENE PERSONALE E PER LA PULIZIA DEI LOCALI: 

 bagno schiuma e shampoo, spazzolini e dentifrici, detersivi per pulire piatti pavimenti e bagni, detersivi per biancheria.

FARMACI.

 RACCOLTE VESTIARIO

IMPORTANTE: In questi mesi la raccolta dei vestiti è mirata esclusivamente ai seguenti indumenti invernali per uomo:

  • Biancheria intima (maglie cotone, slip, boxer, calzini)
  • Pigiami invernali, tute
  • Maglioni, felpe, giubbotti e camice a manica lunga
  • Jeans e pantaloni pesanti
  • Scarpe in buone condizioni

PUNTO DI RACCOLTA:

Missione di Speranza e Carità presso la portineria di Via Tiro a Segno, traversa di Corso dei Mille (specificando che si tratta di una raccolta mirata)

 N.B. PER L’ABBIGLIAMENTO DONNA E BAMBINO:

prima di portare abbigliamento nella comunità femminile (via Garibaldi, 3), contattare  le responsabili al seguente numero telefonico: 091 6161421

 Se poi qualcuno preferisce dare un contributo economico, ecco come fare:

Per coloro che sentono di contribuire per i bisogni della Missione:

Conto Corrente Postale n. 17378902

Bonifico bancario: Banca Prossima IBAN: IT 15D0335901600100000009424

Causale: Fondo solidale della Speranza e della Carità

Emirok Informa

1381815_10202638667794181_1153175528_nCampagna “Cellulari per Beneficenza”, promossa dall’Associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus: Ogni anno, considerando solo l’Europa, vengono gettati via circa 100 milioni di telefonini! I telefonini e i loro componenti base, dispersi nell’ambiente, sono una vera bomba ecologica! Ogni cellulare infatti, contiene materiali dannosi per l’ambiente come lo zinco, il piombo, il cadmio, il litio, il nichel ecc.; inoltre la plastica delle cover e circuiti stampati possono contenere sostanze inquinanti e tossiche. Una singola batteria di cellulare può inquinare anche 600 mila litri d’acqua! Ma come buttare via i cellulari vecchi o usati senza danneggiare l’ambiente? In Italia l’azienda Cometox smaltisce cellulari gettati via in modo eco-compatibile!. Per questo motivo ti chiediamo di gettar via il tuo vecchio cellulare nei raccoglitori posizionati dalla nostra Associazione. In questo modo, oltre a dare una mano all’ambiente, ci aiuterai nei nostri piccoli progetti. Ecco l’elenco dei raccoglitori per cellulari: MARINEO (PA): Negozio di telefonia Digital Point, Corso dei Mille,81; MISILMERI (PA) Supermercato SISA R7, Contrada Roccabianca nei pressi del bivio di Bolognetta; MISILMERI (PA)  presso il centro Vodafone di Corso Vittorio Emanuele 270;VILLABATE (PA): Negozio di telefonia Puntotel, Corso Vittorio Emanuele, 529.ù TERRASINI (PA): Circolo A.C.L.I. Patronato -CAF, Via Dante Alighieri, 152. PALERMO: Associazione AMS ONLUS, -viale Strasburgo,281 – Negozio di telefonia Computeam s.a.s., Via Scobar 34/36 MUSSOMELI (CL): Studio medico Lo Re-Piazza- Ricotta, Via Santa Croce.

Inviato da Barbara Cangialosi

Pagina successiva »