marzo 2010


IL CASTELLO OGGI

[YOUTUBE=http://www.youtube.com/watch?v=NRwxHwgIdpc]

IL CASTELLO IERI

[YOUTUBE=http://www.youtube.com/watch?v=wdaqckGXllU&NR=1]

In questi due giorni il castello millenario di Misilmeri ha avuto 40.000 visite favorite dalle condizioni climatiche e dalla cittadinanza accogliente!

Vi propongo alcune foto scattate la sera di sabato scorso.



Nella notte fra sabato e domenica torna in vigore l’ora legale. Nello specifico, alle ore due di domenica 28 marzo, le lancette degli orologi andranno spostate in avanti di un’ora. Si dormirà, quindi, un’ora in meno, anche se lo spostamento d’orario, che avviene nel cuore del weekend, non dovrebbe creare troppi disagi.
Il cambio di ora è stato adottato omai da tutti i paesi industrializzati perchè garantisce un netto risparmio energetico. In questo modo, infatti, la luce del sole illumina più a lungo le giornate permettendo ai lavoratori di tenere spenta la luce elettrica.

La Passione di Gesù sarà rappresentata a Misilmeri il 30 e 31 marzo al cinema King dalla compagnia Nuovo Teatro Stabile di Misilmeri.
Una interpretazine scenica intervallata da musiche; tra gli interpreti ci saranno Ernesto e Lina Graditi, Elena Tripoli, Luca Costanza, Valeria e Pietro Carnesi, Enrico Venturini, Enzo Garofalo, Gian Piero Corso, Giuseppe Orlando, Andrea Bonanno e Ugo Maganesco e numerose comparse (il allegato il cartellone completo). La manifestazione si svolge col patrocinio del Comune e con la collaborazione della Confraternita del SS. Crocifisso sotto il titolo del “33”. L’ingresso è gratuito. Gli organizzatori invitano il pubblico che al momento dell’ingresso sarà gradita la donazione di alimenti a lunga conservazione da destinare alle famiglie indigenti della comunità misilmerese e non si accettano offerte in denaro.

Tratto da Misilmeri news

Venerdì 26 marzo 2010, alle ore 21,30, presso il cine king andrà in scena una rappresentazione teatrale dal titolo ‘La divina Commedia’. Si tratta del libero riadattamento del testo in dialetto siciliano della Divina Commedia tradotta da Filippo Guastella, a cura del regista misilmerese Paolo Enrico Bono. Tra gli attori Stefania Blandeburgo, Caterina Marcianò, Dino Favuzza. L’ingresso è libero.

Tratto dal sito del Comune di Misilmeri


CASTELLO DI MISILMERI DOPO IL RESTAURO.

La cerimonia ufficiale di inaugurazione si svolgerà sabato 27 marzo alle ore 11:00. Il programma della manifestazione ruota intorno alla realizzazione di un corteo storico in costumi d´epoca, rievocanti i periodi storici salienti del castello. La sfilata muoverà intorno alle ore 18:00 da Piazza Santa Teresa, Corso Vittorio Emanuele, Via Trebisonda e si chiuderà nel piazzale del Castello. Lungo il percorso saranno installate le “taverne” dove sarà possibile degustare i prodotti tipici locali. Domenica 28 ancora una rievocazione storica. Questa volta è il palio dei sestrieri a tenere il campo. Quattro cavalli, uno per ciascuno dei sestrieri in cui era diviso il paese, partiranno dai quattro punti cardinali di Misilmeri e concluderanno il torneo nella spianata del castello. La manifestazione sarà chiusa dal Concerto del tenore Pietro Ballo.

Inviato da Maurizio La Lia


[YOUTUBE=http://www.youtube.com/watch?v=W-Cp1m1VjWU&feature=player_embedded#%5D

Cristian Imparato ha vinto la prima edizione di “Io canto”, il talent show per giovanissimi di Canale 5 condotto da Gerry Scotti. Entrato nel cuore dei telespettatori fin dalla prima puntata, con la sua interpretazione di ´Adagio´, il tredicenne di Palermo ha trionfato ieri sera sugli altri cinque finalisti, aggiudicandosi un viaggio studio in America per perfezionare le sue doti vocali con il produttore David Foster. “Sono felicissimo – ha detto Cristian nella commozione generale che è seguita alla sua vittoria – dedico questo successo a tutti i miei amici e compagni e vorrei venissero tutti con me a New York”.
Premio speciale assegnato dalla giuria in studio e dagli stessi partecipanti di questo ´Sanremo under 16´ è andato a Marco Pio Coniglio e a Chiara Sapienza.

Tratto da Misilmeri news

La Provincia regionale di Palermo ha consegnato i lavori per un intervento di manutenzione straordinaria sulla strada n° 77 “Misilmeri – Bolognetta”. Un tratto di sette chilometri che congiunge i due centri del palermitano e che è particolarmente trafficato per la presenza di numerosi insediamenti abitativi e soprattutto perché ricade in una zona a forte densità agricola con coltivazioni di agrumeti ed oliveti. Il progetto, redatto dall’ingegnere Gucciardi dell’Ufficio tecnico della Provincia prevede lavori per 1 milione e 400 mila euro e avranno la durata di un anno. Sono stati consegnati all’impresa “Ellezeta Costruzioni srl” di Palermo alla presenza dell’assessore provinciale alla Viabilità Gigi Tomasino, dei consiglieri provinciali Antonello Tubiolo, Bartolo Di Salvo, Giovanni Salerno e di amministratori locali. “Con l’apertura di questo cantiere – dice il Presidente della Provincia Giovanni A-vanti – si avviano altri lavori che si aggiungono all’intervento di quasi un milione di euro, in corso sulla Sp 77 bis “Bolognetta -Villafrati”, che renderà più sicuro il per-corso verso le affascinanti terme arabe di Cefalà Diana fino ad arrivare alla “veloce” Palermo – Agrigento”.
“E’ una manutenzione straordinaria – sottolinea l’assessore Gigi Tomasino – che in-tende dare soluzione agli ammaloramenti del piano viabile causati dagli eventi at-mosferici succedutisi nel tempo e che hanno comportato danni alla struttura stradale. Verranno anche realizzati dei muri di sostegno, sarà ripresa la segnaletica oriz-zontale e collocate le barriere di sicurezza. L’intervento sarà completato con la costruzione di un tombino per un migliore deflusso delle acque meteoriche”.

Tratto da Misilmeri news

i_imille.jpg

MISILMERI (Sicilia) – Il capitano Altieri, non limitandosi alle pesanti molestie che fa subire a una ragazza madre, forte del suo grado militare le rapisce il figlio per piegarla alle sue turpi voglie.

Ma arrivano i nostri, che sono in mille e la storia di malavita si trasforma in storia di malavita e battaglia: il perfido capitano fa infatti parte dell’esercito borbonico e commette il suo crimine nei giorni dello sbarco dei garibaldini in Sicilia in un film muto del 1912, il primo realizzato sugli avvenimenti di quei giorni (e dintorni, vedi il rapimento). I Mille si proietta questa sera alle 21 nella (storica) Sala Sivori, con ingresso libero a esaurimento posti. Non anticipiamo la vicenda per non rovinarvi il divertimento, ecco solo, dal sito della Cineteca del Friuli, una breve descrizione

I Mille (1912), fotogrammaLa vicenda sentimentale, dell’amore di Corrado, ricco possidente, per Rosalia, pastorella, avversato dal padre di Corrado (nonostante i due abbiano un figlioletto), si sviluppa su uno sfondo di grande attesa: l’arrivo di Garibaldi in Sicilia. Lo sbarco di Garibaldi è sentito con la trepidazione tipica del grande evento, foriero di salvezza e di grandi prospettive unitarie ed egualitarie, e trova nel film il suo apice nella rappresentazione della battaglia di Palermo, dove il plein air è sfruttato con sapienza a inquadrare nutrite masse di garibaldini e la prospettiva architettonica conferisce realismo e vivezza alle scene d’interni, non più immiserite dal tradizionale fondale di tela. La vittoria di Garibaldi a Palermo coincide con il trionfo dell’amore tra Corrado e Rosalia, in una perfetta specularità tra le sorti dell’Italia e quelle della famiglia: finalmente unite.

Il film è muto, ma la proiezione è accompagnata da una colonna sonora dal vivo, eseguita al pianoforte dalla stessa autrice, Francesca Badalini. Ecco come ha descritto il suo lavoro:

al contrario di ciò che ci si potrebbe aspettare, la figura di Garibaldi compare soltanto nel finale: per tutta la durata del film gli avvenimenti della storia d’Italia sono visti dalla prospettiva delle persone comuni che hanno creduto in Garibaldi e nel suo ideale politico. Scrivendo la musica per questo film ho quindi cercato di evidenziare sostanzialmente due componenti: quella sorta di afflato epico corale, “popolare” che pervade il film, e che pare accomunare tutti, poveri e ricchi, padre e figlio divisi da dissapori… dall’altra l’aspetto amoroso che tanta parte ha in questa vicenda.

I MILLE (S.A. Ambrosio, Torino, IT 1912) – Regia Alberto Degli Abbati; f.: Giovanni Vitrotti; cast: Mary Cléo Tarlarini, Vitale De Stefano, Oreste Grandi, Cesare Zocchi; imbibito, mt. 920., 18 fps, data uscita: 6.12.1912; fonte copia: Cineteca italiana, Milano.Didascalie italiane. Il restauro del film è stato realizzato dalla Fondazione Cineteca Italiana, presso il Laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna, e grazie alla collaborazione di Brescia Musei, del Museo Nazionale del Cinema di Torino e della Cineteca D.W. Griffith di Genova.

Tratto da http://circospetto.net/tag/garibaldi/

….San Giuseppi, fustivu Patri, fustivu vergini comu la Matri, Maria la rosa, Giuseppi lu gigghiù, ratinni aiutu di pani e cunsigghiù….

Stasera alle 18:30 ci sarà la processione del simulacro.

In conclusione i giochi pirotecnici

Foto di Antonin0 Cottone

Pagina successiva »