CASTELLO


Spesso il restauro di un’ opera può destare molti dubbi, soprattutto quando si tratta di edifici o vecchie costruzioni che nel corso dei secoli hanno subito forti cambiamenti dovuti sia all’incuria e al degrado che al normale processo di deterioramento naturale dei materiali. Per restauro si intende “un’attività legata alla manutenzione, al recupero, al ripristino e alla conservazione di manufatti storici”. Probabilmente l’abitudine ad osservare qualcosa che riteniamo “congelata” nel tempo, ma di cui non percepiamo le continue variazioni a causa della nostra breve esistenza, ci fa affezionare alla forma di quel monumento. Ma quello che noi percepiamo oggi è lo stesso di quello che hanno percepito i nostri nonni o che percepiranno i nostri nipoti? Le foto proposte nel post “Metamorfosi” vogliono porre l’attenzione proprio su questo continuo divenire. In poco meno di 100 anni l’aspetto del nostro monumento simbolo era cambiato rapidamente e si rischiava che i nostri nipoti non avrebbero potuto godere di questo affascinante testimonianza di culture passate. Bisognava agire! Ieri ho visitato il castello e ho visto da vicino ciò che è impossibile osservare da centinaia di metri di distanza. Ho quasi sentito le voci della gente che popolava il castello, le grida di dolore dei carcerati, il profumo delle pietanze e gli zoccoli dei cavalli che stanchi del lungo viaggio si preparavano al meritato ristoro.

castello-emiro-1834

La litografia proposta, dal titolo “Frammento di paese. Avanzo d’antico castello di Misilmeri in Sicilia” è un’incisione poco conosciuta di Giuseppe Antonio Tresca risalente al 1834 che raffigura il castello dell’Emiro e il centro abitato nella prima metà dell’800. L’immagine è inserita nel testo di Salvo Di Matteo del 1992 intitolato “Iconografia storica della provincia di Palermo (mappe e vedute dal 500 all’800)” edito dalla Provincia Regionale di Palermo. La veduta in proiezione prospettica ci consente di poter apprezzare alcuni particolari che sono visibili a restauro concluso.

Tratto da Ancilino

[YOUTUBE=http://www.youtube.com/watch?v=DDV3NdITCWE]

Il Castello dell'Emiro Time

Emirok

Foto Misilmeri il nuovo Castello 010

Foto Misilmeri il nuovo Castello 012

Foto Misilmeri il nuovo Castello 003

Foto Misilmeri il nuovo Castello 004

Foto di Giuseppe Scianna

castello

Il Castello dell’Emiro, di impianto arabo, risale al X secolo, con funzione originaria di casale fortificato ai margini dei monti che cingono la città di Palermo. Il corpo di fabbrica ha subito ampliamento e trasformazione in epoca chiaramontana ed ad oggi si presenta come rudere, conservando soltanto il paramento murario del prospetto sud-est e mezza torre est.

L’intervento è suddiviso in tre fasi. La prima di formazione del cantiere ed accesso ai luoghi lungo i pendii ai piedi della fortificazione, per consentire l’avvicinamento dei materiali e delle attrezzature occorrenti al restauro. La seconda di consolidamento e ricostruzione muraria delle parti ammalorate o mancanti, al fine di conservare e dare unità di lettura ai paramenti esistenti, mentre nella terza fase è previsto uno scavo di tipo archeologico di tutta l’area della corte interna, per comprendere la tessitura muraria delle parti crollate e per permettere il recupero di eventuali elementi decorativi modanati. Le murature preesistenti del prospetto sud-est e la porzione di torre est, verranno consolidate tramite iniezione di malta di calce idraulica e le lesioni saranno cucite tramite barre in carbonio fissate con resina epossidica. La listatura raso sasso sarà eseguita con malta di calce idraulica colorata con terre naturali e riproducente sia per granulometria che per cromia le malte originarie.

Il monumento resterà fruibile sul lato esterno tramite una stradella con manto in tufina, mentre il lato interno della corte, per la presenza delle murature emerse nella fase degli scavi archeologici, sarà fruibile tramite delle passerelle in acciaio. Verrà inoltre realizzato l’impianto elettrico per la valorizzazione notturna dei ruderi e l’impianto antincendio, mentre all’ingresso del sito verrà collocato un box biglietteria-servizio igienico prefabbricato, dotato di impianto di climatizzazione.

Fonte: http://www.operes.com

Emirok per voi!

[YOUTUBE=http://www.youtube.com/watch?v=iPcYP2aeqBk]

castello-dellemiro-con-i-merli1

Dalla foto sovra riportata, si evince che all’inizio del 1900, nel lato destro del Castello vi erano dei “merli” (sembra un torrione), perchè non riprodurli visto il restauro in corso?!

Emirok suggerisce

Oggi mentre visitavo il  Castello sono venuti  “I VESPRI” ad intervistare il sindaco ecco la foto del momento!!!

Ecco il sito ufficiale dei “Vespri” http://www.ivespri.net/

Emirok informa

Ecco le foto che immortalano il Castello dell’Emiro e il quartiere San Vincenzo  il 28 agosto 2008.

 

L’Amministrazione Comunale,  come preannunciato, nell’ambito delle manifestazioni ricreative estive e delle iniziative culturali, ha organizzato una visita guidata  del Castello dell’Emiro, interessato, in atto, da lavori di restauro conservativo. Giorno   28 agosto 2008, dalle ore 10,00 alle ore 18,00, uno staff costituito dai tecnici che sovraintendono ai lavori, guiderà i visitatori lungo il percorso appositamente predisposto. I visitatori dovranno prenotarsi (preferibilmente a gruppi di 10) entro il 26 agosto 2008 telefonando al n. 0918711342.

Fonte: Comune di Misilmeri

Emirok informa

« Pagina precedentePagina successiva »