E’ giunto alla terza edizione il “Palio dei Sestrieri”, la manifestazione storico-culturale che si terrà a Misilmeri sabato e domenica prossimi. Alla manifestazione, presentata dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione “Palio dei Sestrieri”, parteciperanno quest’anno i cortei storici di undici comuni della Sicilia. Il programma prevede l’esibizione di giocolieri, sbandieratori e musici e la degustazione dei prodotti tipici nelle taverne. Attesa per l’imponente corteo storico.
Si parte sabato mattina col mercatino medievale, e con spettacoli itineranti a cura dell’Associazione Faremusica e con giochi medievali a cura delle classi 3° della Scuola Elementare “Traina” di Misilmeri, nell’antico quartiere di San Vincenzo. A seguire, nella spianata del Castello dell’Emiro, sarà realizzato un accampamento medievale, con esibizioni e duelli a cura dell’associazione Arborea di Palermo.
Nel pomeriggio alle 15,30 sfilerà il corteo storico ed in piazza Comitato 1860 ci sarà l’esibizione degli sbandieratori Città di Vicari, dell’Ensemble di musica medievale “In Taberna”, della compagnia “La Giostra”, e dei giocolieri “Palio dei Sestrieri”. In serata l’apertura delle Taverne con la degustazione di prodotti locali.
Per domenica mattina oltre al programma previsto per il sabato si esibirà, sulla spianata del castello, la Scuola Internazionale di Falconeria di Antonio Centamore.
Alle 15,30 la sfilata del Corteo Storico con I Nobili Casati del Regno di Sicilia a cui prenderanno parte i comuni di Cammarata, Casteltermini, Marineo, Mussomeli, Petralia Soprana, Polizzi Generosa, Roccapalumba, San Marco D’Alunzio, Santa Lucia del Mela, Valledolmo, Vicari e gli Sbandieratori della “Città di Caccamo”. Alle 16,30 il Palio, che sarà vinto dal cavaliere che porterà più acqua in una brocca riempita alla fontana della piazza principale del paese fino al Castello in groppa ad un cavallo. A conclusione delle manifestazioni, uno spettacolo di musica popolare a cura dell’associazione culturale “Ulisse” con i Bonanova Ethno Quintet in Chiasso Verdi.

Tratto da Misilmeri News