Kaki fest è un evento a cui tutti devono e possono partecipare, perché per la prima volta Misilmeri porta avanti l’importanza del kaki come simbolo di pace e non solo come frutto.

Lungo le vie del centro cittadino infatti tutte le scolaresche coinvolte porteranno il significato di pace e legalità attraverso un corteo che culminerà in piazza comitato.

Kaki fest 2010 ha coinvolto le scuole nella precedenti settimane facendo conoscere la storia del frutto e dei personaggi storici che vi ruotano attorno attraverso delle rappresentazioni di marionette e la piantumazione degli alberelli nelle scuole.

Adesso esce fuori dalle aule per diventare uno spazio espressivo totale, un progetto in continua evoluzione, perché permette a tutti di partecipare con il proprio contributo, con ogni formula espressiva e con la propria libertà.

La cristallizzazione dell’idea di pace, a volte solo confinata al”rifiuto della guerra” e mai a delle più ampie prospettive, troverebbe così un nuovo sviluppo e un nuovo senso: tutti potranno essere portatori di questa nuovo modo di leggere la realtà in questa terra che ancora oggi si macchia di illegalità e brutalità.

È un invito a farsi portavoce di legalità escludendo totalmente ogni segno di disumanità e prevaricazione, attraverso il simbolo della pace per eccellenza: l’albero del kaki.

Riproporre e edificare una nuova immagine di quest’albero investito di tale significato è il compito dei ragazzi impegnati in quest’evento.

Tutti i cittadini sono invitati a stendere un panno, grande o piccolo che sia nei loro balconi.

Vi aspettiamo in tantissimi..

Amanda Raccuglia e Rosalba Brigantino – Progetto grafico a cura di Francesco Affronti.

Tratto da Misilmeri Blog