Forse ci sono poche parole così amate come questa;si perchè a pensarci bene tutti la vogliono, ma nessuno(o quasi) fa qualcosa per far si che ci sia la pace in questo pianeta!Oggi ascoltando i mass-media possiamo rilevare che di pace non c’è nè!

Gli ultimi fatti di cronaca riguardante il Medio-Oriente ci fanno riflettere molto su questo e pensare poi che c’è qualcuno che vuol mettere la pace con la guerra!Si avete letto bene con la guerra!Basti pensare alle parole del Presidente degli U.S.A e le affermazioni dell’O.N.U.

Ritornando indietro nel tempo anche in passato ci sono stati periodi molto brutti basti pensare alle guerre mondiali ma anche altre guerre, per ottenere nuovi spazi dove dislocare nuove città e villaggi.

Oggi i cittadini di questo millennio si devono raffrontare con altri fattori che potrebbero innescare delle guerre e quindi compromettere la pace.Uno di questo potrebbe essere la mancanza d’acqua, certo se noi pensiamo alla nostra Nazione in genere si potrebbe dire che è ricca di acqua ma se poi andiamo analizzando il territorio dal nord al sud troviamo differenze impressionanti!

Stiamo parlando solo di un puntino del pianeta e allora che dovrebbero fare i cittadini dell’Etiopia o dell’Iraq?L’occidente purtroppo per far muovere l’economia utilizza ingenti risorse a discapito di altre zone del pianeta!E’ giusto che per far funzionare le nostre industrie e per far muovere l’economia consumiamo cosi tanta acqua?In alcune zone in passato ci sono state guerre perchè i paesi che stavano a monte non cedevano l’acqua ai popoli che stavano a valle.

Cari misilmeresi anche noi abbiamo avuto la crisi idrica e avete visto cosa è successo?E pensate se glia abitanti di Piana degli Albanesi non avessero dato quella poca acqua che avevano nel lago che fine avrebbero fatto i nostri giardini già compromessi da altri fattori?

Ma cosa succedeva tanti anni fà quando un adominazione si susseguiva ad un’altra?Ad es. nel nostro territorio con la caduta degli arabi, i bizantini modificarono i luoghi a loro piacimento cambiando sopratutto lo stile(ad es. Il Castello dell’Emiro) e il paesaggio immettendo altre colture nel territorio.

E oggi con la globalizzazione come la mettiamo?Con le multinazionali stanno per finire i prodotti locali sostituiti da quelli industriali ed ancor più questi stanno costringendo i popoli sottosviluppati a pinatare i loro sementi geneticamente modificati rendendoli schiavi perchè questi dovranno riacquistarli ogni anno.

Se questa è pace……………………………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Articolo pubblicato da me il 12 Gennaio 2003 su Lego della parrocchia di S.Gaetano in Misilmeri

Annunci