Ciao a tutti i lettori,
avete mai pensato alla scomparsa del vostro dialetto? Forse no! Oppure se vi è capitato, magari avete pensato che è qualcosa di cui se ne può fare a meno, che quasi quasi è meglio che scompare.
Beh io non la penso così, il dialetto fa parte della cultura di un popolo.
Mando un appello soprattutto ai miei compaesani di continuare a parlare il nostro bellissimo dialetto, anche se negli ultimi tempi sta subendo un netto cambiamento.
Salviamolo!
– Oggi Misilmeri non è più abitato dai misilmeresi  veri e propri ma è un mix di gente proveniente dai paesi limitrofi e soprattutto dal capoluogo siciliano, che dista appena 15 km da qui;
– Il nostro dialetto non è più di moda perché si dice in giro che non è carino parlare “u musulumise” (misilmerese);
– La  maggior parte dei misilmeresi  lavora in città o nei paesi limitrofi e subisce l’influenza degli altri accenti.
Anch’ io del resto, lavorando in città, rischio di perdere questo dialetto e alcune volte non mi rendo più conto della “ lingua che parlo” : italiano, misilmerese o palermitano!
Non ho niente contro il dialetto palermitano ma non ha niente a che vedere col misilmerese, è bene che si conservi anche il palermitano ma che non soppianti il mio misilmerese!
 I bambini vengono sgridati se parlano il dialetto;
 L’inglese e le altre lingue in studio nelle scuole completano la situazione!?

Annunci